Translate

giovedì 16 giugno 2016

Radice sbiancadenti di Natural Brush

L'igiene orale è una cosa davvero importante ed io ci tengo tantissimo. La mia ricerca di un dentifricio eco bio che sappia di dentifricio e non di altro e sia anche contenuto nei costi è davvero continua e poco fruttuosa. ...quando pertanto vedo una novità come questa allora mi sento subito invogliata a provare. 

Su Bioalchemilla, al costo di 2,90, ho preso questa radice sbiancadenti.
Cos'è e come si usa? Si tratta di un bastoncino di legno, precisamente la radice dell'albero di Araak (Salavdora persica) che cresce in tutto il mediterraneo orientale. Usato già da antichi egizi e babilonesi come primitivo spazzolino, va a completare l'igiene orale. 
Dal sito di Bioalchemilla ecco le sue proprietà:

  • Rendere i denti più banchi lucidandoli delicatamente e in modo assolutamente non abrasivo
  • Rimuove giorno dopo giorno le macchie di fumo, caffè, vino, restituendo al tuo sorriso il bianco più naturale
  • Mantenere alti livelli di igiene in bocca anche quando non puoi lavarti i denti
  • Prevenire i disturbi gengivali grazie alle sue fibre di cellulosa morbide, resistenti e abbondanti che ben si adattano alla conformazione personale della dentatura
  • Prevenire la formazione di carie, placca e tartaro
  • Mantenere l'alito profumato e provare una sensazione di freschezza in tutta la bocca. Lo trovi naturale oppure aromatizzato al sapore di menta e limone.


Ecco cosa contiene:
  • Elevate quantità di fluoro e silicio
  • Vitamina C
  • Zolfo
  • Salvadorina
  • Trimetilamina
  • Piccole quantità di tannini, saponine, flavonoidi e steroli
  • Minerali come il potassio, sodio cloridro, bicarbonato di sodio ed ossidi di calcio: tutti ottimi sbiancanti e rinforzanti dello smalto
  • Enzimi.

E come si usa...
 Basta rimuovere ½ cm di corteccia e strofinare le morbide setole su denti e gengive ogni volta lo si desidera; taglia e rinnova la punta ogni giorno perché le sostanze attive svaniscono con l’utilizzo e la parte utilizzata può impolverarsi o sporcarsi.


Come potete vedere appare proprio come uno spazzolino con setole grossolane da sfregare sui denti.


Cosa ne penso: io uso filo interdentale,spazzolino manuale ed elettrico alternati e colluttorio. Questo è un di più. Il gusto non è male, il mio sa di limone ma molto vagamente. Di primo acchito sembra proprio di avere un bastoncino che sfrega sui denti, poi man mano si ammorbidisce e allora risulta più facile. Io lo passo dente per dente sfregando con delicatezza per non graffiare lo smalto. Credo che l'azione meccanica sia quella che contribuisce alla riduzione della placca ed allo sbiancamento. Certo li sento più puliti e lisci sotto la lingua. Per me è promossa, ogni tanto, come un di più nella nostra igiene orale.