Translate

lunedì 7 marzo 2016

Lime Crime Fade all'opera per un pomeriggio

Sono riuscita a provare finalmente una delle tinte labbra di Lime Crime, Fade, ricevuta non molto tempo fa direttamente da uno shopping sul sito e di cui vi ho parlato. Fra l'altro ho sentito che molti che hanno fatto l'ordine con me ancora non hanno ricevuto il pacchetto, mi sento fortunata a questo punto.

Ecco cosa ne penso: ho applicato prima il prodotto per labbra comprato da Amoretti Profumi, quello di Estee Lauder per idratare ma soprattutto delineare bene i contorni onde evitare che il rossetto sbavi. Non avendo una matita di questo colore ho pensato fosse la soluzione migliore e così è stato! 

L'applicatore è a spugnetta, classico dei gloss. Prendete poco colore alla volta e semmai fate più passate per ottenere la coprenza che volete, comunque è da subito molto coprente. La prima cosa che ho sentito è l'odore forte, a me ricorda purtroppo la vernice, poi si volatilizza subito ma la cosa mi piace poco. E' liquidina, si stende bene, si asciuga in pochissimo. E poi non la sentite praticamente più sulle labbra, perchè li sta e non si muove, non tira. Su di me purtroppo secca molto, la sera ho fatto uno scrub e un impacco per le labbra, altrimenti erano ridotte maluccio. 



Considerazioni finali: chi mi segue sa che ho provato sia le tinte labbra di Sephora che quelle di Wycon; queste ultime restano, secondo me, al primo posto per tantissimi motivi: durata, non seccano tanto, colori bellissimi e resistenti, prezzo. Quelle di Lime Crime si differenziano, secondo me, per la gamma particolarissima di colori: erano uno sfizio, le ho provate, ma in virtù di questi aspetti  credo che non le ricomprerei.